Questione Ansaldo-Breda, attacco Cgil. "Netta opposizione al piano di Finmeccanica"

Ultimi articoli
Newsletter

Reggio Calabria | STABILIMENTO REGGINO VERSO RIDIMENSIONAMENTO?

Questione Ansaldo-Breda, attacco Cgil
"Netta opposizione al piano di Finmeccanica"

La Cgil Calabria ha attacco duramente, attraverso una nota, Finmeccanica

di Redazione

Lo stabilimento reggino dell'Ansaldo-Breda
Lo stabilimento reggino dell'Ansaldo-Breda

Dura nota della Cgil Calabria, contro il paventato ridimensionamento dello stabilimento dell'Ansaldo-Breda, annunciato nei giorni scorsi dai rappresentanti dell'azienda:

La Segreteria della Cgil Calabria e la Segreteria della Cgil Rc-Locri esprimono la loro netta opposizione alle proposte in merito alle prospettive dello stabilimento di Ansaldo-Breda illustrate a Reggio Calabria nei giorni scorsi, a nome dell’azienda, da parte dell’ingegner Caporaletti, vice-presidente FinmeccanicaA parte l’odioso tentativo di non invitare al confronto la Fiom, l’idea – secondo cui lo stabilimento debba evolvere esclusivamente verso la saldatura – è sbagliata e inaccettabile e segna lo svuotamento della missione industriale dell’impianto di Reggio Calabria che già produce il treno finito”.

L'attacco della Cgil continua: “Il tentativo di mettere stabilimento contro stabilimento e di segnare la fine della presenza industriale al Sud trova e troverà la nostra più netta opposizione. Denunciamo questa scelta che poniamo all’attenzione del Ministro dello Sviluppo economico. Sollecitiamo la deputazione parlamentare calabrese a difendere i siti industriali e la presenza dell’Ansaldo Breda a Reggio Calabria”.

Venerdì 20 giugno 2014

© Riproduzione riservata

481 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: